Omeopatia: 5 cose da sapere!

L’Omeopatia è una terapia e una medicina molto complessa, perché a partire dalla “materia” (del sintomo, della malattia e della sostanza) agisce a livello energetico, grazie alla diluizione e dinamizzazione dei rimedi. E va a toccare, guarendola, la sfera psichica più profonda della persona, risolvendo la sua disarmonia.

Ecco cinque principi molto importanti che riguardano l’Omeopatia: sono dei pilastri della sua teoria, conoscerli significa capire meglio l’Omeopatia e come funziona!

omeopatia - omeoroma.it

logoLa legge dell’Omeopatia: il simile viene curato dal simile

La parola Omeopatia viene dal greco:  homoios, simile, e pathos, sofferenza. Significa letteralmente che il simile cura il simile.
La sua azione terapeutica si basa su questa legge naturale, enunciata due secoli fa dal fondatore dell'Omeopatia, Samuel Hahnemann: "Similia similibus curentur".
Una persona ammalata che soffre di molti disturbi verrà curata e guarita se le verrà somministrata la sostanza capace di provocare in un soggetto sano proprio quegli stessi disturbi di cui l'ammalato soffre.

logo I rimedi omeopatici: diluizione e dinamizzazione

Samuel Hahnemann e i suoi discepoli sperimentarono gli effetti di numerosisssime sostanze: le fecero assumere da persone sane, cominciando da loro stessi e dai propri familiari, e annotarono scrupolosamente tutti i sintomi che le sostanze provocavano. Esse venivano prese a dosi infinitesimali, per evitare i loro effetti dannosi: in omeopatia si usano infatti anche molte piante tossiche, veleni come l'arsenico o quelli di serpenti ecc.
Proseguendo con le sperimentazioni, Hahnemann constatò che diluendo sempre più la sostanza e imprimendo alla soluzione diluita delle forti scosse meccaniche, i sintomi prodotti durante le sperimentazioni  si manifestavano non solo a livello fisico, ma anche a livello psichico.
Più diminuisce la sostanza (diluizione) e aumentano le scosse (dinamizzazione), più il rimedio agisce in modo profondo e potente.
Hahnemann fu il primo medico a stabilire su basi sperimentali la stretta correlazione tra mente e corpo, che considerò sempre una unità inscindibile.

logo L'Omeopatia è una medicina globale

L'Omeopatia è una medicina che si prende cura della persona nella sua globalità. Per mezzo dell'omeopatia non si cura solamente questo o quell'organo. È l'intera persona a beneficiare degli effetti terapeutici.
Il medicamento omeopatico, come avranno constatato milioni di persone che in  Italia si curano omeopaticamente, non ha nella sua confezione il foglietto illustrativo con le indicazioni cliniche:  perchè non si può parlare del medicamento per la tosse, per la cefalea, per l'ulcera gastrica o per qualunque altro tipo di malattia. Il rimedio omeopatico va scelto in base alle caratteristiche della persona, al suo carattere, alla sua emotività, ai suoi motivi di sofferenza. Così che l'intero quadro del paziente deve corrispondere ai sintomi sperimentali del medicamento.

[Leggi anche: La personalità del rimedio omeopatico ]

omeopatia - omeoroma.it

logo  Il rimedio omeopatico e i complessi omeopatici

Per conoscere con chiarezza gli effetti di ciascun medicamento, le sperimentazioni omeopatiche sono state condotte usando una singola sostanza alla volta. Il medicamento omeopatico classico è quello costituito da un'unica sostanza diluita e dinamizzata, che ha la capacità di curare la persona nella sua globalità, di riequilibrare l'energia vitale del paziente e quindi agire sulla sua unitarietà di mente e corpo.

In commercio si possono trovare i cosiddetti "complessi" costituiti da miscellanee di medicamenti: ma solo per il medicamento omeopatico unitario sono stati studiati i sintomi con sperimentazioni sistematiche. I cosiddetti "prodotti omeopatici complessi", costituiti da più sostanze, non hanno sperimentazioni e vengono usati con un'idea di cura centrata sul sintomo fisico, come se si usasse la tachipirina per la febbre o l'Aulin per la cefalea, con una mentalità da medico convenzionale.  Anche nei casi in cui l'uso del medicamento omeopatico è "adattato" in questo modo, il preparato esercita un qualche effetto terapeutico su questo o quel sintomo. Ma non si verifica il cambiamento psicosomatico radicale che si osserva con la terapia omeopatica classica.

logo L'Omeopatia è diversa dalla fitoterapia

L'Omeopatia non deve essere confusa con la Fitoterapia (cura con le erbe).

I medicamenti omeopatici provengono non solo dal mondo vegetale, ma anche da quello animale e minerale; e vengono preparati con il particolare procedimento di diluizione, fino alla scomparsa materiale della sostanza; essi vengono poi sottoposti a forti scosse meccaniche, con il processo di dinamizzazione,  che imprimono al medicamento energia sempre maggiore. Così, lo rendono capace di agire sulla energia vitale dell'organismo, e non semplicemente sugli organi, come si osserva per la maggior parte dei prodotti naturali.
[Per approfondire leggi anche: Introduzione all'Omeopatia - dal sito della FIAMO - Federazione Italiania Associazioni Medici Omeopati]

omeopatia - omeoroma.it

Proprio perchè fondata su leggi naturali comprovate, e non su teorie o sul supposto "effetto placebo" (agisce anche sugli animali!), l'Omeopatia è "sopravvissuta" alla scoperta dei microrganismi patogeni, degli antibiotici, e a tutti i progressi scientifici di questi ultimi duecento anni. Anzi si è diffusa sempre più!

Scopri come stare bene e sempre meglio grazie alle terapie naturali del  Centro di Medicina Omeopatica Elizalde. Omeopatia, Agopuntura, Biomesoterapia, insieme alla Psicoterapia.
Per un benessere pieno e naturale, Omeoroma ti può aiutare!

Un pensiero su “Omeopatia: 5 cose da sapere!

  1. Pingback: Bambini, difese immunitarie e Oscillococcinum – Scrivi all’Omeopata – Omeoroma – il blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *