Vai al contenuto

NUOVO CICLO DI INCONTRI: “Stati della materia e dimensione psichica. Fiori e piante”

Con il nuovo anno, un nuovo ciclo di incontri sull'omeopatia!

Esploriamo l'energia della materia, nelle sperimentazioni e nella clinica omeopatica, con il dott. Antonio Abbate, direttore dell'Accademia Omeopatica Sarda e del Centro medico Masi Elizalde.

Gli incontri si terranno di sabato mattina, dalle 09:30 alle 13:30, presso i locali del Centro Elizalde, in via Saturnia 49. Tutti i dettagli organizzativi sono in fondo all'articolo.

Ecco cosa ci racconta il dottor Antonio Abbate di questo nuovo ciclo di incontri e della lezione del 27 gennaio, la prima in calendario.

Dott. Antonio Abbate - Direttore del Centro medico Masi Elizalde - omeoroma.it

Stati della materia e dimensione psichica: presentazione

Carissime e carissimi,
inizia il nuovo percorso di omeopatia classica. Quest'anno il tema sarà: Fiori e Piante.

Parleremo di 5 preziosissimi medicamenti: alcuni li conosciamo bene, ma come di consuetudine non ci fermeremo allo studio della loro immagine più nota.

Definiremo anche le immagini più insolite, quelle alle quali non si pensa, e che spesso portano alla prescrizione erronea di altri medicamenti.

Si tratta dunque di compiere un excursus nelle varie facce della malattia somato-psico-spirituale che viene espressa dallo sperimentatore in salute: egli, come vuole Samuel Hahnemann, fondatore dell'omeopatia, si sottopone all'azione dei medicamenti sviluppando quadri clinici in cui predomina l'inibizione e la suscettibilità (in omeopatia: psora secondaria), oppure l'ipertrofia (in omeopatia: sicosis) o la distruttività (in omeopatia: syphilis).

Lo studio e la riorganizzazione dei casi clinici di questi cinque medicamenti è stato per me un'esperienza unica: affascinante, emozionante.

Ho ricercato i cinque fiori nel loro habitat naturale, girando nei più diversi luoghi del mondo. Ciascun fiore cresce negli ambienti che gli sono più congeniali.

Ad esempio Lycopodium in Africa non lo troveremo mai, mentre predilige il clima freddo del Nord Europa.

Oppure Cyclamen europaeum, come suggerisce anche il nome, cresce solamente in Europa.

Prossimo incontro, 27 gennaio: Conium maculatum

Ecco poi una bella immagine del fiore di Conium maculatum. Lo trovo affascinante.

Certamente, ha una bellezza diversa rispetto alla Rosa damascena, fiore soave, profumato e ricco di proprietà terapeutiche, che abbiamo studiato a ottobre. Ma anche Conium ha un'armonia, molto particolare.

Con la sua forma circolare a forma semisferica, e il fiore composto da tanti ciuffi anch'essi disposti in semisfere più piccole. Nell'insieme, la grande semisfera di Conium fa pensare ad una galassia e le semisfere più piccole, formate da tanti ciuffi di mini petali bianchi, ricordano tanti sistemi solari all'interno della stessa galassia.

Per chi si intende di geometria frattale e di frattali (strutture che nella stessa figura, dal grande al piccolo, si ripetono in modo iterativo e sempre uguale) Conium è un esempio splendido!

Infatti, nella foglia del Conium osserviamo la geometria frattale: l'immagine che si ripete in scala sempre minore e in modo sempre uguale.

  • 1) la foglia intera triangolare seghettata;
  • 2 ) la fogliolina che è una subunità della foglia ma la geometria è la stessa;
  • 3 ) la lamella della fogliolina che è uguale come forma alla fogliolina e alla foglia intera.

È il cosiddetto schema iterativo che appartiene agli organismi. Anche i villi intestinali seguono lo stesso schema: villi grandi, medi, piccoli, e microvilli ..

L'insieme delle componenti creano una forma ad ombrello di colore bianco.

Alla bellezza però si associa il pericolo. Conium è stato soprannominato il falso prezzemolo, perché assomiglia al prezzemolo che con il sedano fanno parte della stessa famiglia: le Apiaceae.

Per la sua tossicità Conium ha spedito all'ospedale molte persone. Alcune direttamente al cimitero, tra queste ricordiamo Socrate che ha bevuto un estratto della pianta. Suicidandosi.

Dunque è bella, ma è anche una pianta mortifera.

Il concetto angosciante di morte è sempre presente nei pazienti Conium, e può presentarsi declinato in vari modi, alcune volte anche in maniera molto sfumata. È interessante cogliere queste sottili differenze per comprendere appieno gli aspetti psicologici più profondi della persona Conium.

Studieremo una paziente guarita con Conium da una depressione, una sindrome premestruale e da cisti ovarica.

Partecipate. La partecipazione ai nostri incontri permette un serio approfondimento delle conoscenze omeopatiche, ma è anche un percorso di auto conoscenza, e di sviluppo della consapevolezza di sé stessi.
Crea serenità e salute. 

Non mancate!

Dott. Antonio Abbate - Direttore del Centro medico Masi Elizalde - omeoroma.it

Dettagli organizzativi: prenotazione, pagamento, modalità di frequenza

Ogni seminario ha il prezzo di € 50,00. Per tutti e 5, il prezzo è di € 230,00.

L'importo andrà versato tramite bonifico, a questo IBAN: IT54 E056 9603 2060 0000 8087 X50
Intestato a: Antonio Abbate / Banca Popolare di Sondrio / Causale: omeopatia

Sarà necessaria la prenotazione al numero 3473848859.
Sarà possibile partecipare anche online, da remoto, via google meet: info al 3473848859.

Calendario incontri

Gli incontri si terranno di sabato mattina, dalle 09:30 alle 13:30, presso i locali del Centro Elizalde, in via Saturnia 49, a Roma.

  • Sabato 27 gennaio: Conium maculatum
  • Sabato 24 febbraio: Lycopodium
  • Sabato 30 marzo: Hyosciamus
  • Sabato 27 aprile: Staphysagria
  • Sabato 26 maggio: Ciclamino

In partenza il nuovo ciclo di incontri per conoscere meglio fiori e piante da una prospettiva omeopatica e clinica.
Ci vediamo in studio, sabato 27 gennaio dalle 09:30 alle 13:30.
Clicca qui per info!

Questo si chiuderà in 20 secondi