Agopuntura in gravidanza e parto? Si può!

L'agopuntura è un sistema terapeutico che funziona bene per tantissimi disturbi, innumerevoli malattie e per il controllo del dolore (per qualche esempio: L'agopuntura, dal sito Omeoroma.it).

L'agopuntura è anche un aiuto validissimo durante la gravidanza, per alleviare o far sparire una serie di malesseri che a volte si presentano in questi mesi preziosi, e allo stesso tempo davvero impegnativi e intensi per la donna.

Ma... posso sottopormi a un trattamento di agopuntura durante la gravidanza? La domanda è molto comune, come si legge anche in questo articolo su un sito dedicato alla gravidanza.

La risposta è: sì, certo che sì!

L'agopuntura aiuta e favorisce ogni momento della gravidanza, e allevia dal disagio di dover assumere medicinali di troppo, come le varie pillole e pilloline, dai tanti effetti collaterali, che a volte vengono consigliate contro il vomito e altri disturbi.

Ma non è pericoloso?, è un'altra domanda che a volte si fa. No, l'agopuntura in gravidanza non è affatto pericolosa. Anzi, a volte è in grado di scongiurare il pericolo di interruzione spontanea della gravidanza e aiuta a portare avanti la gestazione!

Naturalmente, la raccomandazione è quella di affidarsi a professionisti esperti e in possesso delle dovute certificazioni per poter esercitare questa arte medica. Prima di affidarvi a un agopuntore, fate qualche ricerca e chiedete, anche a lui, i suoi titoli e la sua esperienza.

L'agopuntura si può iniziare già dal primo trimestre di gravidanza, che è il periodo forse più delicato. Anche in questo caso, l'agopuntura eseguita correttamente e con competenza non è pericolosa. Anzi, può portare grande beneficio alla mamma in attesa, ad esempio per alleviare la cefalea, la nausea e il vomito, condizioni ricorrenti nel primo periodo di gravidanza. gravidanza3Andando avanti, nel secondo trimestre il carico sul corpo della donna aumenta, il fisico inizia a modificarsi, e l'agopuntura è un'alleata preziosa contro

  • mal di schiena e ai fianchi,
  • lombosciatalgia,
  • contro il gonfiore delle gambe,

...e per aiutare la circolazione, anche senza la presenza di malattie o problemi, ma per aiutare il corpo e dargli il fluire dell'energia di cui ha bisogno.

gravidanza2

L'agopuntura tratta anche lo stress, la fatica, le condizioni di stanchezza e affaticamento. Stati che una donna in gravidanza avanzata ben conosce!

è importante ricordare che anche se non si è fatta agopuntura prima, la si può iniziare anche negli ultimi tre mesi di gravidanza, senza problemi! E se la mamma prova disagio o qualche disturbo a sdraiarsi sul lettino dell'agopuntura, nessun problema: può rimanere seduta su una comoda sedia o poltrona, con le gambe distese e i piedi appoggiati su un'altra sedia di fronte a lei. 

gravidanza

L'agopuntura è decisiva anche in situazioni particolari, come quella di bimbi in posizione podalica. Aiuta il rivolgimento naturale del feto scongiurando manovre ben più invasive e pesanti per la donna, magari addirittura il parto cesareo. Questo intervento si attua proprio alla fine della gravidanza: così aiuta il bambino a girarsi nel verso giusto... e gli toglie la voglia di rivoltarsi ancora, dato che ha ormai poco spazio per muoversi!

L'agopuntura, come già ricordato, ha effetti incredibili sulla percezione del dolore. Quindi anche nella fase del parto può essere un aiuto importante.
Il parto, come la gravidanza, è un evento fisiologico, e quando tutto è nella norma e non ci sono malattie o problemi in atto è bene lasciare che abbia il suo corso naturale, nel pieno rispetto del corpo della donna: che in quei momenti ha bisogno di tranquillità, e magari di ridurre il contatto, di non essere toccata, di essere lasciata libera di muoversi e di provare le intense sensazioni che arrivano.

Nel caso in cui la donna abbia bisogno di affiancamento o di aiuto in un momento particolare prima, durante o dopo il parto, l'agopuntura può essere decisiva anche in questo caso, e sostituirsi a interventi farmacologici, o di tipo meccanico (manovre, ecc.).

L'agopuntura è un aiuto sicuro per:

  • indurre il travaglio quando le contrazioni si fanno attendere più di quanto è fisiologico;
  • aiutare le contrazioni uterine e la dilatazione del collo dell'utero;
  • controllare, modulare, percepire in modo diverso il dolore;
  • rilassare la tensione emotiva, con tutto ciò che di importante comporta questo aspetto sia dal punto di vista della donna nel parto, sia dal punto di vista della fisiologia e del bambino, perché il cervello materno rilascia ormoni con effetti importanti anche sulla relazione mamma-bambino;
  • secondare, nella fase finale e post parto, gli ultimi movimenti dell'utero e la pulizia delle pareti uterine.

Per non parlare di ciò che di buono l'agopuntura può fare nella fase importantissima dell'allattamento materno, sia per favorire il suo buon avvio che, soprattutto, per risolvere eventuali blocchi di lattazione successivi.

gravidanza4-bebe

Di certo è anche per questi motivi che nel 2010 l’Unesco ha incluso l’agopuntura e la moxibustione della Medicina Tradizionale Cinese nell’Elenco del Patrimonio Immateriale Intangibile dell’Umanità.

In chiusura, una nota più suggestiva.

La mamma è la grande protagonista della gravidanza, dove nasce, cresce, vive anche il bambino.
Gli agopuntori usano un'espressione per i figli delle donne che si sono sottoposte all'agopuntura durante la gravidanza: sono chiamati bambini dell'agopuntura. Sono bambini dall'aria serena, molto calmi, e a volte è facile individuarli anche in una stanza in cui ci sono più bambini.

Miracoli? No. Solo alcuni dei tanti benefici effetti dell'agopuntura!

Un pensiero su “Agopuntura in gravidanza e parto? Si può!

  1. Pingback: I post del 2016 sul blog di Omeoroma – Omeoroma – il blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *